Valle dei sapori

PSL 2014/2020

Il Piano di Sviluppo Locale Valtellina: Valle dei Sapori 2014-2020 (PSL Valtellina)

La provincia di Sondrio è l’unico territorio lombardo interamente montano. La “montanità”, oltre ad essere una caratteristica territoriale oggettiva, è una dimensione sociale, individuale e collettiva. Le persone che vivono queste terre fanno del legame con la montagna uno degli elementi distintivi della propria cultura: un’identità culturale locale fortemente radicata nelle tradizioni contadine dell’area alpina, in cui la comunità locale si identifica ancora fortemente.

In Valtellina e Valchiavenna è presente un importante patrimonio materiale e immateriale costituito da valori legati all’ambiente, al paesaggio naturale e a quello antropizzato, alla produzione agroalimentare, all’enogastronomia, alla cultura e alla tradizione contadina. Anche oggi questo patrimonio rappresenta una leva fondamentale per lo sviluppo dell’intero sistema rurale ed economico.   

A partire dagli ultimi mesi del 2013 la Provincia di Sondrio ha promosso e organizzato una costante, approfondita e sistematica attività di animazione, incontrando i portatori d’interesse del sistema rurale e socio-economico. Questo intenso lavoro di coinvolgimento ha permesso di raccogliere i fabbisogni, individuare le potenzialità, selezionare gli obiettivi e organizzare le priorità di un piano funzionale allo sviluppo del sistema rurale locale. La strategia d’intervento delineata, condivisa dal territorio e descritta all’interno Piano di Sviluppo Locale Valtellina: Valle dei Sapori 2014-2020, pone saldamente le sue basi sulla valorizzazione delle potenzialità attuali e sulla risposta ai fabbisogni emergenti. Il Piano riconosce nella produzione agroalimentare tipica e tradizionale il driver su cui impostare una strategia di sviluppo rurale locale. L’agroalimentare di qualità, infatti, è il fattore attorno al quale risulta sostenibile oggi, in provincia di Sondrio, strutturare una efficace valorizzazione e ottimizzazione delle risorse a favore di un territorio che, mantenendo la propria identità, intende accompagnare le filiere produttive locali in un percorso di sviluppo sempre più orientato al mercato.

In Valtellina e Valchiavenna sono presenti numerosi prodotti tipici e diverse eccellenze agroalimentari: i formaggi, i vini, la bresaola, le mele, i pizzoccheri. Dietro all’etichetta di prodotto tipico e tradizionale c’è un patrimonio culturale, materiale e immateriale, che deve essere ora adeguatamente comunicato e promosso, per conquistare finalmente il riconoscimento del suo valore aggiunto, anche economico.  Per raggiungere questo obiettivo è necessario il coinvolgimento di tutti gli attori del sistema rurale. il Piano di sviluppo locale mira all’integrazione e all’interconnessione virtuosa tra agricoltura, territorio e turismo sostenibile in ambiente montano.

La valorizzazione delle risorse specifiche che sono intrinsecamente legate al bene-prodotto, in primo luogo quelle di cura e fruizione ambientale, consentirà non solo la generazione di una rendita derivante dal legame unico e originale tra produzione agroalimentare e ambiente rurale, ma anche una diffusa distribuzione dei suoi benefici.

La valorizzazione di itinerari escursionistici e del gusto favorisce così l’incontro tra il turista-consumatore con il territorio, inteso come un sistema unico di ambiente e paesaggio, di prodotti agricoli e agroalimentari tipici e tradizionali, di aziende agricole e di laboratori di trasformazione, di agricoltori spesso operanti in località lontane dai circuiti del turismo tradizionale.

 

SCOPRI DI PIÙ

Clicca sul file per scaricarlo

INCONTRI TERRITORIALI

Data Ente o associazione incontrata Rappresentante
08/10/2013 CM Alta Valtellina Presidente Giovanni Confortola e Ass. Turismo, Raffaele Cola
12/10/2013 CM Valchiavenna Presidente Saverino De Stefani (Assessore provinciale con delega a Agricoltura, Ambiente ed Aree Protette)
24/10/2013 CM Sondrio Presidente Tiziano Maffezzini